• 334 3448647
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La carica dei 500: Scalenghe trionfa al Carlevè ‘d Mondvì

Tra i gruppi mascherati primo premio agli ‘Attacchi d’arte’ di Rocca de’ Baldi
Natta: “Grande spettacolo, ma chiusura anticipata del nostro Carlevè”

Scalenghe

Dopo la seconda grandiosa sfilata, omaggiata nuovamente da migliaia di persone assiepate lungo il circuito, il Carlevè 'd Mondvì 2020 ha premiato i suoi oltre duemilacinquecento sfilanti. Teatro dell'atteso annuncio la sala da ballo Christ - Sottoaceto, come sempre al centro dei festeggiamenti monregalesi. La giuria di esperti, presieduta da Enrico Natta e composta da Eugenio Cozza, Roberto Ganzinelli, Marco Manfredi, Loredana Prieri, Marco Roascio e Guido Tealdi, ha discusso a lungo il verdetto determinando la raccolta classifica finale. L’annuncio del podio delle categorie carri allegorici e gruppi mascherati è stato accompagnato da una lunga serie di premi speciali in grado di raccogliere ulteriori applausi e soddisfazioni per gli organizzatori di vere e proprie ‘opere d’arte’, caratterizzate da alta qualità di realizzazioni tecniche ed artistiche, unite a coreografie di grande impatto emotivo.
Tra i carri la vittoria per lo “I Desbela in un mondo incantato” di Scalenghe, seguito in classifica da “Banco tira tutto” di Centallo/Fossano e “’E io pago da mattino a sera” di Peveragno.

Nei gruppi mascherati, titolo di campione agli “Attacchi d’arte” di Rocca de’ Baldi, seguiti dal gruppo monregalese di S.Anna Avagnina con “Girandolando”, al terzo posto “I giullari del Moro” di Mondovì. La Coppa del Presidente ha omaggiato la giovane tenacia del carro allegorico di Villero / San Quintino. Le numerose premiazioni sono state precedute dal ricordo che la famiglia Baduero, unita con i componenti del gruppo di S.Anna Avagnina, ha riservato al compianto Bruno: consegnate una targa ed un contributo ai giovani organizzatori del carro di Villero/San Quintino per lo spirito con cui si sono adoperati nella realizzazione dell’opera.


«La Famija Monregaleisa - dichiara il presidente Enrico Natta – finisce in bellezza l’edizione 2020 del Carlevè. La premiazione è stata di fatto l’ultimo atto ufficiale della manifestazione: in piena osservanza dell’ordinanza ministeriale e regionale sono annullati gli eventi ancora in programma. Dal Giro del Moro all’evento benefico di venerdì 28 febbraio. Nei prossimi giorni, dopo un confronto con i titolari dell’hotel ristorante ‘La Ruota’, potremo fornire indicazioni in merito alla cena di chiusura. Tutto ciò non deve distogliere lo sguardo dalle meravigliose settimane di sorrisi che il Moro e la sua meravigliosa Corte hanno regalato al Monregalese ed a numerosi altri carnevali del Piemonte e della Liguria.
Ribadisco il mio personale ringraziamento a tutti i membri del direttivo che rappresento, tutti volontari che negli ultimi mesi hanno dedicato tempo e risorse al Carlevè. Grazie ai membri della Corte del Moro che ogni giorni ci ha resi fieri di loro. Grazie all'Amministrazione Comunale che crede fortemente nel Carlevè così come tutti i nostri sponsor privati, capeggiati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo. Grazie al Consorzio Mondovicino per aver reso possibile la realizzazione del nostro sogno: avere una favolosa Cà del Moro dove realizzare le cene del nostro carnevale.

Grazie ai numerosissimi sfilanti ed ai preziosissimi responsabili di ogni singolo gruppo, maestri nel creare abiti e scenografie di altissima qualità. Grazie a tutti i volontari della Protezione Civile. Grazie anche a tutte le Forze dell'Ordine per l'indispensabile lavoro che garantisce la sicurezza della nostra manifestazione. Il Carlevè è un insieme di tante piccole cose che, unite, creano un evento favoloso».

© 2020 Famija Monregaleisa. All Rights Reserved.

Please publish modules in offcanvas position.