I PERSONAGGI DELLA STORIA "Ogni anno a Carnevale"
con testi di Marco Tomatis ed immagini di Cinzia Ghigliano

 

I PERSONAGGI…

moro2011
  • Il Moro:

“il più audace dei capi Saraceni, il meno crudele e anche l’ultimo presente sulle terre del monregalese”.

Secondo la storia il Moro si rifugia presso la Torre dei Saraceni che domina la Val Tanaro a picco sull’abitato tra Garessio e Ormea, dove l'Imperatore Ottone I lo assedia per scacciarlo definitivamente dalle nostre terre. Ma tutto finirà bene, e il Moro potrà mantenere la sua signoria sui territori nel periodo di Carnevale.

 

ANNO

MORO

1976

LIVIO BOTTASSO ( Moretto)

1977

FINO BESSONE

1978

DARIO GAZZERA

1979 – 1985

FINO BESSONE

1986 – 2002

AURELIO CATTO’

2003 - 2008

DOMENICO TOMATIS

2009 – a tutt’oggi

CARLO GIORGIO COMINO

 

 
bela2014
  • La Béla Monregaleisa:

e’ la vera protagonista della storia “Ogni anno a Carnevale”.

Rapita dal Moro durante una delle sue scorribande, Bella si ritrova a vivere numerose avventure al seguito del capo dei Saraceni che la metterà al servizio della principessa Adelasia. Una volta libera Bella parte a capo di un gruppo di persone per inseguire il suo sogno: costeggiando per una settimana il corso del Tanaro giunge nel punto in cui il torrente Ellero confluisce nel Tanaro, risale una collina denominata Monte di Vico: Mondovì e lì si stabilisce creando un grazioso villaggio.

Bella voleva che quella collina fosse chiamata Monteregale: “il monte in cui tutti gli abitanti possano avere gli stessi diritti dei re…”


ANNO

BELA

1976

MAURA GALLEANO (Piccola Bela)

1977

LOREDANA MANFREDI

1978

TERESA VENEZIA

1979

MIRELLE PEPPINO

1980

MARIA PIERA BRACCO

1981

MILVA ANFOSSI

1982

ISABELLA LANZA

1983

MADDALENA MOSCARINI

1984

PAOLA INDEMINI

1985

SABRINA BRUNO

1986

PAOLA RESTAGNO

1987

MONICA ROGGERO

1988

MARIA GRAZIA SOMA’

1989

DANIELA BORGNA

1990

MANUELA FORNERIS

1991

STEFANIA BARBERO

1992

VALERIA BLANGETTI

1993

STEFANIA DEMARIA

1994

COSTANZA DE LORENZIS

1995

CLAUDIA FORZANO

1996

MONICA ROSSO

1997

MERI MURATORE

1998

MONICA SARZOTTO

1999

REGINALDA SPINELLI

2000

ANNALISA GAUDINO

2001

FEDERICA CIGLIUTTI

2002

CLAUDIA ACCAMO

2003

ILARIA RAIMONDI

2004

SANDRA GARELLI

2005

ELISA MARTINI

2006

MARTINA DIASPRO

2007

IRENE BECCARIA

2008

BIANCA ARAGNO

2009

SISMIA SELVAGGIA SPERTINO

2010

JESSICA BORRACCINO

2011

SUSANNA GHIAZZA

2012

ELISA MARCHESANI

2013

CLARA ALLENA

2014

LUCIA VIVALDA

 

  • Pietro:

preso a servizio dal Moro, incontra Bella presso la Torre, rifugio dei Saraceni.

Una volta libero aiuta Bella a realizzare il suo sogno arrivando sul Monte di Vico in una bellissima sera di maggio.

Dopo alcuni mesi, ad ottobre, nel piccolo villaggio chiamato Monteregale Bella e Pietro si uniscono in matrimonio.

Dal 2010 Pietro è impersonato da Andrea Tonello.

  • L’Imperatore Ottone I

Figura storica, imperatore del Sacro Romano Impero nella seconda metà del 900, secondo la storia Ottone I scende in Italia per scacciare i saraceni e ripristinare il suo dominio sul territorio. Il suo destino si incrocia con il Moro, a cui risparmia la vita poiché aveva garantito ospitalità e protezione alla figlia Adelasia fuggita con lo scudiero Aleramo.

L’Imperatore chiede al Moro di abbandonare le terre del Monregalese e, in cambio, invita il Moro a tornare su quelle terre ogni anno nel periodo di Carnevale per celebrare l’amore tra Aleramo ed Adelasia.

Dal 2009 l'Imperatore Ottone I è interpretato da Mattia Germone

adelasia2012
  • La Principessa Adelasia

Figlia dell'Imperatore Ottone I, secondo la leggenda s'innamora di Aleramo e fugge con lui e,per evitare le ire del padre, si rifugia, praticando l’attività di carbonaio, nell’odierna “Rocca dell’Adelasia”: riserva naturalistica a qualche decina di km da Mondovì.

Salvata dal Moro, diventa sua ospite presso la torre dei Saraceni finché, nella vallata sottostante, non si scorge l’accampamento dei Lombardi mercenari al servizio dell’imperatore.

Adelasia decide quindi di affrontare il padre che l’accoglierà con commozione e benevolenza risparmiando anche il Moro e finalmente coronerà il suo sogno d’amore.

Tra storia e leggenda, si racconta che Adelasia ed Aleramo si stabilirono poi in Alaxia (dando così i natali all'odierna Alassio), ebbero tre figli - Ottone, Anselmo e Guglielmo - dando origine alla dinastia degli Aleramici.

ANNO

PRINCIPESSA ADELASIA

2009 – 2011

RAMONA TERRENO

2012 – a tutt’oggi

SISMIA SELVAGGIA SPERTINO

 

  • Lo Scudiero Aleramo

Figura leggendaria, forse scudiero, sicuramente grande combattente, Aleramo - secondo le cronache - fu arruolato nell'esercito imperiale di Ottone I dove conobbe sua figlia, Adelasia. Se ne innamorò, ma il loro sentimento era fortemente osteggiato dall'Imperatore: qui la vicenda di Aleramo ed Adelasia si interseca con quella del Moro, che li salvò da un attacco avvenuto, secondo la storia, presso la località oggi denominata Rocca dell’Adelasia dove i due innamorati si erano rifugiati.

Quando Ottone I ritrova la figlia alla corte del principe saraceno, oltre a concedere clemenza a tutti assegna ad Aleramo il dominio sulle terre che sarebbe riuscito a circoscrivere in tre giorni di galoppo senza cambiare cavallo.

Dal 2009 al 2013 Aleramo è stato interpretato da Matteo Ballauri

 
  • Le Damigelle

Nella tradizione storica, fanciulle di nobile nascita, in genere al servizio di una gran dama. Nel Carlevé aggiungono un tocco di grazia e femminilità alla corte.

Damigelle 2014: Clara Allena, Mary Caramello, Paola Dadone,Carlotta Dardanello, Franceschinis Jessica, Enrica Garello,Elisa Marchesani, Rossana Rulfi, Franca Sciolla

  • Gli Armigeri

Uomini d'arme, scorta personale del Moro.

Armigeri 2014: Igor Bertone, Simone Bianchino, Pasquale Boeti,Paolo Costamagna, Matteo Gazzola, Marco Vaschetto, Luigi Venezia

  • I menestrelli

Dove c'è allegria e buonumore, non può mancare la musica. Ed è per questo che nella corte del Moro trovano spazio i menestrelli: il termine, di derivazione provenzale, indica gli artisti di corte incaricati dell'intrattenimento al castello nel periodo feudale. Con la loro allegria, i menestrelli del Carlevé portano avanti un patrimonio di musica e canzoni della tradizione di grandissimo valore.

Menestrelli 2014: Federico Aschero (percussioni), Simone Aschero (fisarmonica e tromba), Federico Beccaria (voce), Giulio Beccaria (basso), Giuseppe Bessone (tromba), Camarretta Salvatore (cornetta e tromba), Campogrande Daniele (fisarmonica), Igor Dadone (fisarmonica), Simone Marchesani (voce)

 
 
Banner