-
"LO ZECCHINO ... MORO"
 
 

Si tratta di un progetto musicale per una o due classi scelte tra le 4^ e 5^ di tutti i plessi scolastici della scuola primaria di Mondovì che si concluderà con l’organizzazione di due serate al teatro Baretti, martedì 14 e mercoledì 15 febbraio 2012, dove la musica popolare e i bambini saranno protagonisti.

Analogamente allo scorso anno, ogni coro dovrà essere formato da circa 25 bambini che parteciperanno assieme alle lezioni di canto proposte dall’insegnante Roberto Bella. E’ nostra intenzione coinvolgere circa 250 bambini, numero totale che rappresenta il tetto massimo di partecipanti previsto.

IL PROGETTO:

Il progetto Lo Zecchino... Moro” è un altro degli esempi di come la Famija Monregaleisa abbia avuto, nel corso di questi anni, delle felicissime intuizioni destinate a crescere e durare nel tempo.

In generale, il nostro è un paese dove si è un po' persa la voglia... di cantare: una tradizione molto presente – soprattutto nelle società agricole – che sta via via scomparendo. Allo stesso modo, il dialetto piemontese è a forte rischio poiché non tramandato e quindi per lo più sconosciuto alle giovani leve; che dire poi del folklore locale, nel nostro caso rappresentato dal Carlevé? Anch'esso con un futuro problematico, se non saranno le nuove generazioni a condividerne le sorti.

Con lo “Zecchino... Moro” si è cercato di affrontare di petto queste problematiche... in un colpo solo. Sì, perché con la manifestazione canora si coinvolgono i ragazzi delle Scuole primarie, gli si insegna a cantare (e a cantare “in coro”, cioè fare gruppo), gli si fa conoscere le canzoni della tradizione, alcune delle quali in lingua piemontese, e li si avvicina al Carnevale, alle sue figure, al suo bagaglio cultural-musicale.

         Tutto questo è reso possibile esclusivamente grazie alla bravura, alla pazienza e alla passione di un “maestro” d'eccezione: Roberto Bella, che – attraverso una serie di lezioni di avvicinamento alla musica e al canto svolte a scuola – insegna ai ragazzi ad esprimersi seguendo le regole della musica, quella “vera”, quella “seria”.I ragazzi «imparano e si divertono», evidenzia Roberto; e hanno capito quanto realmente universale possa essere il linguaggio della musica.

Suddivisi in gruppi e poi chiamati all’esibizione corale (sempre due gruppi vista la grande adesione), i bambini si esibiscono ogni anno al teatro “Baretti” Le due serate dello “Zecchino… Moro” sono realizzate grazie al contributo della Banca Alpi Marittime, che sponsorizza interamente la manifestazione. I ragazzi partecipanti ricevono in omaggio una preziosa maglietta (che indossano durante le loro esibizioni sul palco) con il logo dell’evento disegnato dal grafico Ezio Massera.

Le canzoni e gli interpreti:

 

 

CANTATE DA TUTTI I CORI INSIEME

-  INNO MAMELI

-  FAMIJA MONREGALEISA

-  WE ARE FAMILY

-  E’ GIA’ MATTINA  (FANTAFAVOLE CANTATA DA DANIELE SILVESTRI)

-  CARLEVE’ D MONDVI (MENESTRELLI)

 

III FERRONE  E IV ALTIPIANO

-  I SUONI DELLE COSE

-  CIAO PAIS

-  MARINA

 

IV FERRONE E VB TRIGARI

-  I DUE LIOCORNI

-  SE CHANTO

-  I POMPIERI DI VIGGIU’

 

CARASSONE E TRIGARI VA

-  DAGLI UNA SPINTA

-  LA BERGERA

-  L’ AMBASCIATORE

 

V C  ALTIPIANO E  PIAZZA

-  UN PUNTO DI VISTA STRAMBO

-  QUATR C HA PESCU

-  PAPAVERI E PAPERE

 

V B ALTIPIANO E V FERRONE

-  LE PICCOLE COSE BELLE

-  BARBA GAL

-  E LA VITA, LA VITA

Ulteriori ragguagli presso:
la segreteria della Famija Monregaleisa presso l’Esedra Pubbliche Relazioni - Mondovì
Via Torino, 43 Tel. 0174 552192    Fax  0174 551568 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 
Banner